Booking.com
Home / BENESSERE / Parmigiano Reggiano e Grana Padano: le 7 differenze… Conosci davvero le caratteristiche dei due formaggi?

Parmigiano Reggiano e Grana Padano: le 7 differenze… Conosci davvero le caratteristiche dei due formaggi?

Il Consorzio del Grana Padano fa causa alla soap americana “Beautiful” perché, in una scena, un personaggio dice apertamente di preferire il Parmigiano Reggiano al Padano. La notizia ha suscitato dibattito, anche sulle differenze tra i due formaggi. Voi le conoscete? Ecco un “riassunto” in 7 punti con le principali caratteristiche di Parmigiano Reggiano e Grana Padano.

1) Il Parmigiano Reggiano è prodotto totalmente senza additivi: sono proibiti anche quelli di origine naturale. Il Grana Padano utilizza il Lisozima (prodotto derivato dalle uova) per controllare fermentazioni anomale.

2) Nel Parmigiano Reggiano i foraggi per le bovine sono esclusivamente fieni ed erba (erba medica e prato stabile), senza l’uso di foraggi insilati o fermentati. Nel Grana Padano l’alimentazione prevede l’uso di insilati di mais.

3) Nel Parmigiano Reggiano la marchiatura si fa a 12 mesi, il prodotto raggiunge lunghe stagionature (24, 30 mesi e oltre, senza limiti) e il consumo si ha mediamente oltre i 24 mesi. Il Grana Padano viene marchiato a 9 mesi e il consumo medio è a 15 mesi. Il Grana Padano prevede una stagionatura fra 9 e 16 mesi, oltre i 16 mesi e, solo nel caso della versione “Riserva”, oltre 20 mesi.

4) I produttori di Parmigiano Reggiano hanno maggiori vincoli: raccolta del latte due volte al giorno, produzione una sola volta al giorno ed è proibita la refrigerazione del latte al di sotto dei 18 gradi. Nel Grana Padano si fa una raccolta unica al giorno con la refrigerazione del latte e la trasformazione avviene due volte al giorno.

5) Nei caseifici del Parmigiano Reggiano si utilizza esclusivamente il siero innesto naturale come starter batterico per il rafforzamento del processo microbiologico. Nel Grana Padano sono ammessi anche starter batterici selezionati in laboratorio.

6) La zona di produzione del Parmigiano Reggiano è molto più circoscritta: le province di Parma, Reggio Emilia e Modena e parte delle province di Mantova (a destra del Po) e Bologna, a sinistra del Reno. Il Grana Padano si produce in Lombardia, Veneto, Piemonte, Trentino Alto Adige e in provincia di Piacenza.

7) Parmigiano Reggiano è prodotto per il 20% in aree di montagna (è la più importante Dop di Montagna), mentre la produzione montana di Grana Padano equivale al 2% sul totale.

Fonte: Gazzetta di Parma

Check Also

Sulle finestre a doppio vetro c’è una vite che deve essere girata due volte l’anno: lo sapevi?

Per avere una casa calda non occorre solo un buon impianto di riscaldamento o dei caloriferi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *