Un giocatore della Juve ed uno del Napoli muoiono lo stesso giorno. Una
volta in Paradiso vengono ascoltati da san Pietro:

 

 

 

 

 

Mi dispiace ragazzi, siete due
brave persone, ma con tutto quello che succcede sulla terra, guerre, epidemie, incidenti, stanno morendo troppe persone e qui in Paradiso siamo stati costretti a tenere i posti contati per categorie: in pratica c‘è un posto solo per i giocatori.
O uno o l‘altro”.

Allora lo juventino propone:
“Perché non ci facciamo una sfida a calcio? Uno contro uno senza portiere!”

E il giocatore napoletano:
“Ma che sono scemo? Voi avete
sempre barato, io non me la sento!”

Interviene allora san Pietro, punto
nell‘orgoglio:
“Guarda che qui in paradiso non
si fanno favoritismi. Vincerà il
migliore. Arbitrerò io stesso l‘incontro”

Cosi i due giocano la partita ed
il giocatore della Juve vince
per 1-0. Il giocatore napoletano corre minaccioso da san Pietro che vedendolo si mette subito sulla difensiva:

Che altro vuoi? Hai perso, voi
napoletani non sapete perdere, magari pensi che pure in Paradiso la Juve compri le partite?

E il giocatore napoletano:
” Io non penso niente, però mi
devi spiegare come si fa ad annullarmi due gol per fuorigioco se sto giocando da solo!!!”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here