Il seguitissimo blog Diario di Tenerife, gestito da italiani residenti sull’isola, riporta una notizia che non ci stupisce affatto. Da tempo, parlando con amici che vi risiedono, siamo a conoscenza di troppe malefatte compiute da connazionali che, non priprio bonariamente, vengono oramai definiti in tutte le Canarie scappati di casa.

Ecco l’articolo integrale:

Negli ultimi anni è aumentato enormemente il numero degli italiani residenti a Tenerife e alle Canarie: connazionali che non sempre si comportano nel migliore dei modi e vivono onestamente. E l’aumento di episodi di truffe o microcriminalità commessi da italiani, sta alimentando sentimenti di antipatia e diffidenza…

Una connazionale che vive a Tenerife, Anna Canepa, ha segnalato sul gruppo Facebook “Italiani a Tenerife” la comparsa di una scritta su un muro della frazione di Guaza – una località a pochi km dalla zona turistica di Los Cristianos – che recita: “Fuera Italianos” ovvero “fuori gli italiani”, accompagnata dalla parola “mugres” che significa “sporchi”, “feccia” ma può essere inteso anche come “inutili, di scarso valore”, in una parola pezzenti.

E’ bene sottolineare che si tratta di un episodio isolato, la comunità italiana non è vittima di episodi razzisti o di intolleranza, ma sicuramente negli ultimi anni la reputazione degli italiani è precipitata, e siamo visti sempre con maggiore diffidenza, cosa tangibile talvolta anche quando andiamo ad affittare una casa.

13709768_927442007382684_3555176750180990030_n

Una situazione simile a quella dei migranti in Italia

Gli italiani di Tenerife potrebbero trovarsi a vivere una situazione simile a quella che vivono comunità come i romeni o gli albanesi in Italia, la maggioranza dei quali sono brave persone, ma per colpa di una minoranza sono visti con diffidenza. A Tenerife sta accadendo qualcosa di simile, grazie ad italiani che si trasferiscono sull’isola e non riuscendo a trovare un lavoro si mettono a delinquere, truffare connazionali e non, e altre “bravate”. Per non parlare di quelli che partono dall’Italia con l’idea di vivere di spaccio o simili.

Non ci sono controlli sui precedenti

Spostandosi da un paese all’altro della zona Shenghen per ottenere la residenza non è richiesto il certificato penale, che invece viene richiesto da alcune nazioni a chi vuole aprire un’azienda o trasferirsi,  pertanto una persona che ha precedenti penali, specie se non gravissimi, si rifà la verginità, risultando incensurato in Spagna. Un ex delinquente non viene distinto da chi invece ha sempre vissuto onestamente.

Arrivano, delinquono e se ne vanno

Come avviene un po’ ovunque, le leggi fanno paura principalmente a chi ha “qualcosa da perdere”, dei beni, un posto di lavoro, una casa o altro. Chi è nullatenente non teme multe, non teme sanzioni, sicuro della propria impunità. In molti espatriano con questo spirito, verso la Spagna ma verso anche altri paesi. Gli italiani si lamentano dei migranti che giungono in Italia, ma anche noi non è che esportiamo solo ‘cervelli’. Ultimamente in particolar modo.

I delinquentelli italiani per fortuna non commettono reati gravi di allarme sociale, reati violenti etc. ma truffe e altri crimini minori comunque odiosi e da stroncare. In ogni caso la nostra reputazione è sicuramente in via di peggioramento.

Isolare le mele marce

Alcuni italiani, come Franco e Bina, titolari di Leggo Tenerife, il giornale degli italiani di Tenerife, da tempo sono in prima linea per informare e segnalare su casi di truffa e altri episodi, spesso compiuti da italiani a danno di altri connazionali, ma ovviamente questo non basta. Anche su questo blog abbiamo ripetutamente segnalato e messo in guardia i lettori sulle tecniche usate dai truffatori e dai ‘falsi amici’. Ma evidentemente non basta.

La comunità italiana rischia di pagare le colpe di una minoranza

Gli italiani di Tenerife rischiano di pagare le colpe di gente che dopo aver prodotto danni alla collettività ed in particolare agli italiani stessi, tornano in Italia oppure si spostano in altre nazioni dove iniziare da capo le truffe o le altre attività illecite.

Ci auguriamo che i canari sappiano distinguere, sappiano non fare di tutta l’erba un fascio, come fanno gli stessi italiani in patria nei confronti degli stranieri.

39 COMMENTS

  1. state a casa invece di rompere le palle alle tenerife ..bischeri … comodo prima si prende dallo stato italiano e poi si fugge e si lascia i soliti a pagare..io vi buttavo in mare.

    • Ma che stai a di…. È l’italia che ti obbliga a scappare potessi lo farei anch’io questo paese sta andando sempre peggio poi ognuno è libero d’andare dove più gli garba

    • Molti vanno perché in Italia le pensioni da fame non consentono una vita dignitosa dopo anni di lavoro onesto e di contributi pagati a ‘sto stato di merda…se il tuo comnento si riferisce ai delinquenti sono d’accordo altrimenti informati prima di parlare!

      • Infatti i problemi non li creano i pensionati o le persone che hanno una piccola rendita che gli permette di vivere decentemente quì invece di morire di fame in Italia. I problemi li creano quelli che non hanno queti requisiti minimi.

    • Ma che c…. di discorso è, “prendere dallo stato italiano”? Ma te che prendi, tutti i giorni? Che ti danno qualcosa? No, perché io pago sempre…

    • Io me ne andrò. Lo stato italiano e’ rappresentato da traditori della Patria.
      Non mi ha dato niente e non voglio niente da esso, mi fa solo schifo.
      E Renzi e’ vomito

  2. Bah, questa notizia mi sembra una grande cretinata, non per la realta’ o meno dei fatti, quanto per il semplice fatto che , ormai le tutte le isole canarie sono abitate da “pezzenti”……
    io sono stato nel lontanissimo 1994, e ci sono stato diversi mesi !!! allora la situazione era quasi idilliaca !!
    Ma ora !!??….. e’ rimasto in quei luoghi un amico italiano ristoratore che vive li da allora, quindi 22 anni…
    La situazione e’ degenerata, ormai nelle isole ci arriva di tutto, tra zingari, arabi , africani e sud americani…..
    direi che, senz’altro, gli italiani sono l’ultimo dei loro problemi !!

    • Beh, vedo che dal tuo ragionamento la morale è quella tipica dello scaricabarile, secondo te c’è sempre qualcuno più merda degli altri

    • Io vivo alle Canarie e vi posso assicurare che quella italiana è diventata la più numerosa comunità di stranieri sulle isole e spesso si comportano in modi che in Italia scatenerebbero le ire di qualsiasi leghista fascista tanto comuni nello stivale…

    • Ci devi vivere per poter parlare. Zingari? Manco tracce, arabi, africani e sud americani vivono qui da decenni e non hanno creato neanche il 5% dei guai che hanno creato i nostri compatrioti. Infine; mi sembra che etichettare tutti quelli che vivono alle Canarie sia superficiale e imbecille.

  3. Ci sono stato 3 mesi ed ho ancora la residenza in Laguna. Hanno pienamente ragione, pensate che molti andavano a lavorare la per pochi mesi per prendere il famoso REDDITO DI CITTADINANZA ( Nelle Canarie esiste) per poi ritornare a casa con 700€ al mese.

  4. …. ognuno a casa sua, chi rinnega la propria nazionalità va diseredato!!!non ci devono torna’ in italia!!!! io sono razzista quindi per me in italia ci devono sta’ solo gli italiani!!! ma se qualche vigliacco va in un altro stato e fa schifo, anche se è italiano va mandato via!!!…

    • Sig. nessuno come si permette di scrivere frasi così offensive nei confronti di chi vive a Tenerife, io ci vivo da 10 anni e non sono un diseredato ne un vigliacco e sono certamente più ITALIANO di lei ,ed io in Italia ci torno quando voglio, non le è mai passato per la sua testolina che magari uno si trasferisce per motivi di salute? Dovrebbe sapere che qui il clima è molto generoso in inverno non fa freddo ed in estate non fa troppo caldo e umido, io non so dove vive lei in Italia io vivevo a 20 Km. da Brescia che è la città più inquinata d’ Italia e quì la mia salute è notevolmente migliorata e non sono più obbligato a prendere le medicine che prendevo prima . Io ho lavorato 51 anni in Italia e prendo una pensione in base a quello che ho PAGATO quindi sono soldi miei (vedi legge Fornero) Ho la mia carta di identità ITALIANA e sono iscritto regolarmente all’AIRE (italiani residenti all’estero) quindi sono più italiano di lei e non sono certo un vigliacco .Riguardo la scritta apparsa a Guaza questo è un quartiere molto malfamato pieno di extra comunitari e non mi meraviglio se qualche malvivente italiano si sia stabilito in quella zona. capito sig. NESSUNO? DI NOME E DI FATTO!

    • Finalmente un minus habens che parla perchè la natura lo ha dotato di lingua ma non di intelletto.(Ognuno a casa sua, chi rinnega la propria nazionalità va diseredato!!!) Molti di quelli che espatriano non lo fanno perchè l’Italia non gli piace, ma perchè le condizioni di vita sono impossibili se hai un reddito o una pensione sotto o intorno ai 1.000,00 euro.(non ci devono torna’ in italia!!!! io sono razzista quindi per me in italia ci devono sta’ solo gli italiani!!!) Gli italiani come te che forse guadagnano; non si sa come, somme diverse dai 1000 euro di cui sopra. (ma se qualche vigliacco va in un altro stato e fa schifo, anche se è italiano va mandato via!!!)…E alla fine quello che fa più schifo di certi italiani sono gli italiani come te, che parlano a vanvera senza conoscere le ragioni della scelta (obbligata) di molti.

  5. che schifo!! voi Italiani di merda vi fate sempre riconoscere in ogni posto.. Fate schifo!! siete le vergogna, non solo in Europa, ma in tutto il mondo!! BUFFONI

    • Non è che voi spagnoli godiate di fama migliore, siete considerati fancazzisti della peggior specie, stupidi e brutti, vassalli dei popoli del nord Europa, le vostre donne sono diventate le puttane ufficiali di inglesi, tedeschi e di qualsiasi altro europeo e nordafricano. Se l’italiano per il resto del mondo è feccia, lo spagnolo è il rigurgito della feccia

    • A bello, ma come ti permetti! Sto’ cafone buzzurro!
      Come se gli spagnoli fossero tutte persone oneste e rispettose!
      Ma vieni un po’ a vedere che mafia gira tra gli spagnoli a Ginevra va e poi vedi se ti permetti di scrivere ancora i tuoi commenti da cerebroleso (se sai che significa)

  6. Senza il genio, l’arte e il saper vivere italiano…senza la nostra musica, il nostro umorismo e la nostra religiosità il mondo non sarebbe stato lo stesso, ma peggiore! Grazie a Dio sono Italiano! E come amo l’Italia così amo chiunque sia rispettoso della propria identità e di quella degli altri!

  7. mi piace sentire tutti questi commenti da parte di italiani che si preoccupano dei problemi che i loro connazionali procurano ai poveri abitanti di Tenerife.. Ma se la maggior parte di voi se ne frega del proprio vicino di casa, andate a preoccuparvi per quattro deliquenti che vanno a fare casino all’estero? preoccupiamoci dei nostri problemi che ne abbiamo già abbastanza e che gli spagnoli si tengano i loro ! cribbio!! pazzesco…

  8. Il problema è che in Europa dovrebbe esserci la stessa, tassazioni sui redditi e la stessa IVa
    Non capisco per quale motivo il governo non recepisce l’opportunità di ridurre le aliquote IRPEF al sud Italia e isole sarebbe un incredibile volano per lo sviluppo del turismo,portando i nostri pensionati a svernare nel paese natio.

    • Le tasse al sud sono le più basse in Italia soprattutto sulle isole e nonostante tutto nessuno paga le tasse, io semmai le raddoppierei almeno cadrebbe il velo di omertà che copre il nostro bel paese

  9. Noi italiani eravamo molto amati, eravamo molto amati in tutto il mondo , poi sono arrivati gli italioti e l’amore è finito……..

  10. Che tristezza la lettura dei commenti… italiani e spagnoli che si insultano a vicenda, e dire che solo pochi anni fa andavamo tanto d’accordo… ormai in Europa e’ guerra fra poveri, evidentemente.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here